Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

da vois - 1/2

Visto che ne parlavo qui, sarà il caso di commentare le prime due puntate del nuovo The voice, la risposta dell'NBC ad American Idol.

Il format (parle olandese - qui un esempio di "musica olandese") non prevede dei "giudici" ma degli "allenatori" (coaches) nelle persone di: un tizio country, che chiameremo "tizio country"; quello dei Maroon 5, che chiameremo "quello dei Maroon 5"; Christina Aguilera, che chiameremo "la strappona" e Cee Lo Green, che chiameremo "Jabba the hut".



Lo scopo delle prime puntate e' quello di formare 4 squadre per coach, per un totale di 32 aspiranti al titolo di "the Voice"; la cosa originale è che i provini sono fatti al buio, nel senso che i coach non vedono i cantanti ma si girano solo se sono interessati a loro (se si gira solo uno, il cantante è automaticamente nella sua squadra; se si girano in più di uno, è il cantante a scegliere; se non si gira nessuno, il cantante va a casa - anche se poi hanno fatto un giro di recupero).

La cosa delle audizioni al buio dovrebbe limitare, come non accade ad American Idol, la scelta di particolari "casi umani", ma i coach sono stati comunque capaci di selezionare figure un po' inquietanti (gente che è "cresciuta con le canzoni di Christina Aguilera", per intendersi. O, come ha notato quello dei Maroon 5, "con un pene").



La settimana prossima, ogni squadra sarà dimezzata, a giudizio insindacabile dei coah; poi si dovrebbe passare al 'televoto'.

Pubblicato il 4/5/2011 alle 21.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web