Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

da vois - 3

Giunti alla terza puntata di The Voice, le cose dovrebbero diventare interessanti. Nello specifico ogni coach seleziona due dei suoi che fanno un 'duello' cantando insieme una canzone, poi il coach ne elimina uno – rendendo inspiegabile il fatto che lo abbia scelto la prima volta, no?

Anyway, la prima a scegliere è la strappona (che indossa un grazioso completo leopardato e che pare avere difficoltà a camminare sui tacchi) e seleziona le uniche due fanciulle di colore della sua squadra (così ne elimina almeno una? per rispettare lo stereotipo della musica black?), cui fa cantare Single ladies di Beyoncé (tanto per restare nello stereotipo) – prima però ha un sub-coach di talento ben più vasto del suo, la graziosa Sia, che non capisco perché si presti al tutto. Le due cantano – a proposito, “canzone” a The Voice è una cosa che dura 1 minuto e 40 secondi – poi la strappona seleziona la più cicciona fra le due che così avanza (pare inoltre che questa fosse stata espulsa anni fa da American Idol per via di una foto con le tette al vento – sì, si può essere espulsi da American Idol per via di una foto con le tette al vento).


E' il turno poi del tizio country (supportato da una tizia country) che sceglie le uniche due persone remotamente dotate di personalità interessante dello spettacolo, così se ne perde uno per strada: sono il gay mormone ed un texano biondino che probabilmente vincerà – e infatti passa il turno.


Jabba the hut ha una squadra di casi umani, e fra un tizio inquietante ed una ragazza con la voce squillante vince quest'ultima.

Quello dei Maroon 5 si fa aiutare dal “direttore musicale” dei Maroon 5 (evidentemente i Maroon 5 hanno bisogno di un “direttore musicale”) e sceglie non mi ricordo chi – o forse l'ho confuso con Jabba the hut.


E, se non ho capito male, dovrebbe andare avanti così per altre tre settimane...

Pubblicato il 13/5/2011 alle 14.35 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web